Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. - Per conoscere i dettagli sui cookie utilizzati leggi la nostra privacy policy.

monocilindrici

Corsarino

 


Agli inizi degli anni 60 la Moto Morini decise di ampliare la propia gamma, lo fece controcorrente invece di salire di cilindrata progettò e costruirì un ciclomotore denominato Corsarino. Mantenendo fede alla propria filosofia aziendale il nuovo ciclomotore era dotato di   motore a quattro tempi, cosa poco diffusa per l'epoca.
Il primo modello fu presentato nel 1963, aveva il telaio aperto e si chiamava 50V da tutti conosciuto con il nome di 50 Donna, seguì a poca distanza di tempo una versione più sportiva denominata Z ; questo aveva la sella lunga, i semimanubri e serbatoio piuttosto affusolato entrambi avevavno tre marce a mano solo in seguito intorno al 1966 fu modificato portandolo a quattro marce a pedale,solo nella versione Z -ZZ-ZT -SC- SS il modello V rimase a tre marce fino alla fine degli anni sessanta.
Il Corsarino fu commercializzato fino al 1975, alle prime due versioni ne seguirono altre nel corso degli anni (una dozzina circa)  ZZ - ZT-SCRAMBLER - SUPER SCLAMBLER - motore e telaio non subirono modifiche,(escluso il super scrambler ultima versione che aveva il telaio a doppia culla continua) mentre sospensioni e sovrastrutture cambiarono nei modelli successivi. Per i mercati esteri furono costruiti due modelli di 60cc denominati Pirate e Twister con alesaggio e corsa portati dagli originali ( 41 x 37) a 44 x 40.
Di seguito riportiamo fotografie e dati tecnici  relativi ai modelli più significativi.

 

MOTORE: monocilindrico inclinato, testa e cilindro in lega leggera, canna in ghisa, distribuzione a valvole in testa verticali comandata da aste e bilancieri. Valvola di aspirazione 17,7 mm. di diametro - valvola di scarico 16,2 mm. di diametro. Alesaggio e corsa 41x 37= 48.82 cc. Compressione: 7,1:1. Potenza CV: 1,164 a 4600 g/m. Diagramma di distribuzione con gioco di messa in fase fra valvole e bilancieri di mm. 0,15: aspirazione apre 20° prima del PMS e chiude 60° dopo il PMI, scarico apre 20° prima del PMI e chiude 60° dopo il PMS. Gioco di regolazione tra valvole e bilancieri di mm. 0,05 a motore freddo sia all’aspirazione che allo scarico.

ACCENSIONE: a volano magnete alternatore 6V - 18W con bobina AT esterna, anticipo 33°-35° prima del PMS, distanza fra i contatti platinati 0,40 mm., candela Bosch W 240 T2 (sigla attuale W4C), distanza fra gli elettrodi 0,6 mm.

LUBRIFICAZIONE: pompa a pistone con olio nella coppa del carter, capacità kg. 0,800, densità olio SAE 10W/40 o 20W/50 (SF o SG) multigrado in estate e in inverno, filtro a reticella nel basamento, cambio olio e pulizia filtro ogni 3000 km.

ALIMENTAZIONE: supercarburante, capacità serbatoio litri 7,5 di cui litri 0,5 di riserva.

CARBURATORE: Dell’Orto UA 15 BS, diffusore da 15 mm., polverizzatore 260/G, getto max. 65, getto min. 35, valvola gas n. 65 spillo conico DB fissato alla 2° tacca, filtro aria Dell’Orto F8/9, oppure Dell'Orto SH 14-12-2

FRIZIONE: 3 dischi in bagno d’olio.

CAMBIO: in blocco a 4 rapporti, comandato a pedale a sinistra. Rapporti totali: 3,45 in 1°; 2,26 in 2°; 1,72 in 3°; 1,33 in 4°.

TRASMISSIONE: primaria ad ingranaggi elicoidali, rapporto 3,61 (denti 19 - 65); secondaria a catena sul lato sinistro, rapporto 2,69 (pignone uscita cambio 13 denti, corona ruota motrice 35 denti). Rapporti totali 33,5 in 1°, 21,94 in 2°, 16,70 in 3°, 12,91 in 4°.

TELAIO: monotrave superiore a doppia culla aperta in tubi.

SOSPENSIONI: forcella anteriore telescopica, forcellone posteriore oscillante con ammortizzatori telescopici.

RUOTE E PNEUMATICI: cerchi in acciaio 18x1,35 ant. e post.; pneumatici 2,25 ant. e post. Pressioni di gonfiaggio 1,7 ant. e 1,8 post.

FRENI: a tamburo centrale in lega leggera da 105x20 mm. ant. e post.

IMPIANTO ELETTRICO: alimentato a volano magnete alternatore 6V - 18W. Faro anteriore con lampada anabbaggliante da 6V-15W e lampada luce posizione città da 6V - 5W. Lampada fanalino posteriore da 6V-3W

DIMENSIONI E PESO: lunghezza m. 1,80, interasse m. 1,19, larghezza manubrio m. 0,50, altezza manubrio m. 0,03, altezza max. m. 0,85, altezza sella m. 0,70, altezza pedane m. 0,27, altezza minima da terra m. 0,16, peso kg. 57.

PRESTAZIONI: (norme CUNA): velocità max. 40 km/h. Consumo 2 litri ogni 100 km.

MANUTENZIONE: La casa prescrive di effettuare i tagliandi ogni 3.000 km. Le operazioni da eseguire con tale periodicità sono la sostituzione dell’olio motore (con pulizia del relativo filtro a reticella), il controllo (con eventuale regolazione) del gioco delle valvole, la registrazione dell’apertura dei contatti del ruttore (umettare il feltrino della camma con un poco di olio o di grasso quando si effettua tale intervento), il controllo dell’anticipo di accensione, la pulizia del filtro della benzina, l’ingrassaggio delle bussole del perno del forcellone oscillante e il controllo della regolazione e del funzionamento dei vari comandi. La tensione della catena di trasmissione (che in tale occasione deve anche venire accuratamente lubrificata) va controllata ogni 500 km circa. La regolazione dei cuscinetti del cannotto di sterzo, il controllo della candela e delle condizioni delle ruote e delle guarnizioni di attrito dei freni vanno effettuate ogni 6.000 km. La candela deve essere sostituita ogni 12.000 km.

 

 

Corsaro 

  • Stradali

Sbarazzino, Corsaro e Monello .
A metà degli anni 50 la Morini progettò un nuovo motore 4 tempi in sostituzione degli ormai superati modelli 125 a 2 tempi . Nel 1956 naque il modello 'Sbarazzino' di 98 cc. ; era una moto decisamente spartana con telaio in tubi e lamiera stampata per la parte posteriore . Il motore aveva un alesaggio di 50 X50 , carburatore  un 16 mm. , con una potenza massima di 6,5 CV . Il cambio in blocco a 4 marce , accensione a volano/magnete e ruote da 17" . Questa moto leggera non ebbe successo commerciale e così nel 1958 naque la versione 125 cc. denominata 'Corsaro' .
Il Corsaro aveva un alesaggio di 56 mm. ma di forma e caratteristiche identico al 98 cc. Diverso invece era il telaio ora completamente in tubi a culla aperta , carburatore da 18 mm , ruote da 18" e freni da 135 . Seguirono negli anni successivi versioni stradali e regolarità . Il motore fu portato fino a 165cc. nella versione regolarità con cambio a 5 marce ; nelle ultimissime versione fu ridisegnata la testa ( versione a testa quadra) . Rimase in produzione fino al 1973 . Il 'Monello' era praticamente uno Sbarazzino cin il motore del Corsaro (125cc.) . Venne prodotto in pochissimi esemplari per lo scarso interesse del pubblico .

Sbarazzino 100 - 1966 Corsaro T125 1955/60 Corsaro 125 1964/68
Corsaro 125 - 1961/68

Corsaro Sport Lusso 125 .  Monocilindrico a 4 tempi . Alesaggio e corsa 56X50 - Cilindrata 123.8 - Rapporto di compressione 1:9.20 - Cambio di velocità comandato a pedale - Accensione con alternatore , batteria a 6 V. Pneumatici anteriori 2.50X18 , posteriori 2.75X18 . Peso a vuoto kg.90,5 - Hp 9.25 alla ruota - Giri massimi 9000 - Velocità massima 107Km/h in posizione normale ,  circa 115 Km/h in posizione coricata

Corsaro 125 veloce - 1961-62 Corsaro SL 125 - 1969 Corsaro 1962

 Corsaro Super Sport 125/150 Monocilindrico a 4 tempi . Cambio di velocità comandato a pedale . Accensione con alternatore batteria a 6 V. Pneumatici anteriori 2.50X18 , posteriori 2.75X18 . Peso a vuoto kg.90,5 .
con motore 125  Alesaggio e corsa 56X50 - Cilindrata 123.8 - Rapporto di compressione 1:9.80 - Hp 10.80 alla ruota - Giri massimi 9600 - Velocità massima 126Km/h .
con motore 150 . Alesaggio e corsa 58X54 - Cilindrata 142.6 - Rapporto di compressione 1:9.80 - Hp 10.90 alla ruota - iri massimi 9400 - Velocità massima 130Km/h .

Corsaro Gran Turismo 150 .  Monocilindrico a 4 tempi . Alesaggio e corsa 58X54 - Cilindrata 142.6 - Rapporto di compressione 1:9.4 - Cambio di velocità comandato a pedale - Accensione con alternatore , batteria a 6 V. Pneumatici anteriori 2.50X18 , posteriori 2.75X18 . Peso a vuoto kg.96 - Hp 9.75 alla ruota - Velocità massima 115Km/h in posizione normale ,  circa 122 Km/h in posizione coricata.

Prototipo 125   Corsaro GT 125 1964
Corsaro T150 - 1965/66 Corsaro GT150 - 1969 Corsaro GT 150 - 1967
  • Regolarit
Corsaro 125 Regolarità - 1962 Corsaro Regolarità (Griglione) 1965

Corsaro 100/125/160 .  Monocilindrico a 4 tempi - Cambio di velocità a 5 marce comandate a pedale - Accensione con alternatore - Pneumatici anteriori 2.50X19 , posteriori 3.50X18 . Peso a vuoto kg.103 .
con motore 100 . Alesaggio e corsa 50X50 - Cilindrata 98.125 - Rapporto di compressione 1:9.50 - Hp 8.50 alla ruota
con motore 125 . Alesaggio e corsa 56X50 - Cilindrata 123.08 - Rapporto di compressione 1:10.20 - Hp 11.50 alla ruota
con motore 160 . Alesaggio e corsa 58X58 - Cilindrata 153.16 - Rapporto di compressione 1:10 - Hp 13.20 alla ruota

Corsaro Regolarità 150 - 1968 Corsaro Regolarità Ronzani - 1970 Corsaro 165 Regolarità Verlicchi - 1971 
Corsaro 125/165 Regolarità Verlicchi - 1972 Corsaro regolarità prototipo Corsaro 125 Country 1970-72
  • Estero
Thunder Chief 100 USA - 197 Jaguar 125 USA -1967 Tcyclone 125 USA - 1967
  • Competizione

Corsaro Competizione Junior 1967

 Morini 175

Presentata nel 1952 e divenuta pietra miliare della produzione Morini, la serie 175 fu progettata interamente da Alfonso Morini. Scelte tecniche azzeccate resero famose queste moto per la loro robustezza ed affidabilità, permettndo di realizzare le versioni sportive GT e Settebello che tanti allori conquistarono.

  

Modelli Morini 175

T 125

 La prima Moto Morini, la T125 monocilindrica due tempi di 125 c.c. con cambio a tre velocità. La prima Moto Morini, la T125 monocilindrica due tempi di 125 c.c. con cambio a tre velocità.

 

DATI TECNICI 125 T VERSIONE 1° SERIE (CARTER LUNGO)

Motore monocilindrico due tempi 123cc di cilindrata,alesaggio 52mm corsa 58mm raffreddato ad aria lubrificazione a miscela di olio e benzina nella misura di 1:20.accensione a spinterogeno di 30 watt,6 volt.
cambio di velocita nel blocco motore comando a pedale 3 marce con preselettore interno,trasmissione primaria a catena frizione a dischi multipli.
 

 DATI TECNICI 125 S VERSIONE 2° SERIE (CARTER LUNGO) 

Motore monocilindrico due tempi 123cc di cilindrata,alesaggio 52mm corsa 58mm raffreddato ad aria lubrificazione a miscela di olio e benzina nella misura di 1:12 accensione spinterogeno di 30 watt,6 volt.cambio di velocita nel blocco motore comando a pedale 3 marce con preselettore interno,trasmissione primaria a catena,frizione a dischi multipli.

 DATI TECNICI 125 VERSIONE 3° SERIE (CARTER CORTO)

Motore monocilindrico due tempi 125cc di cilindrata,alesaggio 52mm corsa 58mm raffreddato ad aria lubrificazione a miscela di olio e benzina nella misura di 1:20 accensione a dinamo e spinterogeno 45watt.6volt.cambio di velocita  nel blocco motore comando a pedale con preselettore interno,trasmissione primaria a catena,frizione a dischi multipli.

 DATI TECNICI CICLISTICA 1°SERIE 1946/1951 (CARTER LUNGO) 

Telaio in tubi di acciaio.sospensione posteriore a ruota guidata.sospensione anteriore a parallelogramma.sella a ponte.freni ad espansione da 125mm
pneumatici da 2.50x19 cerchi in alluminio. da 21/4x19

 DATI TECNICI CICLISTICA 2°SERIE 1951/1953 (CARTER LUNGO)

Telaio in tubi di acciaio.sospensione posteriore a forcellone oscillante con ammortizzatori idraulici.sospensione anteriore con forcella telescopica.sella a ponte.freni ad espansione da 125mm 130mm nella versione sport.pneumatici da 2.50x19 cerchi in alluminio. da 21/4x19

DATI TECNICI  CICLISTICA 3° SERIE 1953/1954/55 (CARTER CORTO) 

Telaio in tubi di acciaio.sospensione posteriore a forcellone oscillante con ammortizzatori idraulici.sospensione anteriore con forcella telescopica.sella a ponte.freni ad espansione da 125mm 130mm nella versione sport.pneumatici da 2.50x19 cerchi in alluminio. da 21/4x19

125 turismo I serie - 1946 125 super sport I serie - 1948

 

125 competizione -1948 125 turismo I serie - 1948

 

125 Super Sport 1° serie - 1950/51 125 II serie - 1951/52

 

125 Sport II serie - 1951/52 125 Sport III serie - 1953/54


Di questa motoleggera fu costruito  nel 1950 anche un esemplare di 250cc il quale non entrò mai in produzione di serie.

250 prototipo - 1950

125 H

La più piccola Moto Morini "dell'era  Lambertini", la 125 H è una robustissima 125 quattro tempi, dalla linea pulita e piacevole, subì la concorrenza delle più potenti due tempi dell'epoca, ha saputo però farsi apprezzare dai sedicenni che guardavano più alla sostanza che alle mode e alle prestazioni assolute, il suo motore oltre ad essere affidabile, derivato dalla sorella maggiore bicilindrica di 350 cc, era parco nei consumi e pulito, anche se le vibrazioni ai regimi più elevati si facevano sentire.

La prima 125 H - 1976

 

 Dal 1977 anche la 125 H montò le ruote a razze in lega.


15 H - 1977

Altri articoli...

Non sei identificato sul sito.